Rubato San Valentino !

Rubata a Terni la teca di San Valentino, si pensa a un commando da Perugia.

 

image9-600x400

TERNI. Trafugata la reliquia di San Valentino nei giorni della festa del patrono. Questa mattina l’amara scoperta nella chiesa di San Valentino. I ladri si sono introdotti nel tempio poco prima delle 9 di mattina e hanno portato via il feretro , gia negli ultimi giorni attriti tra Ternani e perugini per motivi campanilistici , i perugini accusavano di tener sequestrati i resti del Santo e che essendo Perugia capoluogo di regione, spettava a loro conservare il Santo in luogo sicuro. Il contenitore del Santo Patrono, bagnato nell’oro e quindi di valore economico, contiene le ossa del Santo.

Ieri mattina è bastato un attimo di disattenzione del sacrestano che si è allontanato dalla chiesa, lasciando incustodito l’altare. Dieci minuti di assenza sono stati purtroppo fatali: la teca è sparita. Il sacrestano è sicuro che la reliquia sia stata sottratta proprio in quei minuti: «Me ne sono accorto subito non appena sono rientrato, nell’atto della genuflessione davanti all’altare – racconta Ernesto Maiolici – Sono rimasto pochi secondi davanti all’immagine, poi ho lanciato l’allarme». Il tam tam tra i fedeli è stato rapido. In questi giorni la chiesa è meta dei pellegrinaggi di preghiera e le adorazioni alla reliquia. Le messe in programma sono state comunque celebrate. In questi giorni di festeggiamenti si danno il turno i parroci che si alternano sull’altare e celebrano la messa con al seguito una folta rappresentanza della propria comunità d’origine. La notizia ha provocato allarme in città, anche se la chiesa di San Valentino é della curia e noi siamo comunisti, dice il portavoce del tifo organizzato rossoverde, i nostri cugini non dovevano farci questo affronto, ci riprenderemo il Santo, se necessario anche a costo delle nostre vite, qui ne va dell’onore e il rispetto di tutta una citta . «Quando si sottraggono opere d’arte e reliquie religiose – dice il sindaco Di Girolago, – si strappano via pezzi di un’identità che è difficile poi da ricostruire. Il patrimonio storico e artistico di Terni soffre di troppo abbandono».

Confidiamo nei tifosi della Ternana, queste questioni vanno sempre risolte in pace e armonia, non da bande di scalmanati ultras.

IL PARROCO: RIDATECI QUELLA TECA
TERNI. «Restituite la reliquia di San Valentino alla sua comunità di fedeli. Non ha altro valore che quello religioso», dice monsignor Massimo Cicero, 80 anni, rettore della chiesa collegiata di San Valentino dal 1953, testimone di tanti furti d’arte nella casa del Signore. Ma la sua incrollabile fede gli impone di provare a lanciare un appello ai ladri. «Vorrei che si lasciassero andare a uno scrupolo di coscienza, da cattolici se lo sono. E dico loro: fate in modo che la reliquia ritrovi il suo posto nella cappella di San Valentino, dove deve stare, a disposizione dei fedeli».
Ma come mai in questi giorni si trovava sull’altare?
«La reliquia doveva esere trasportata in Duomo, ma poi un gruppo di fedeli, lo ha impedito».
Che significato ha per Terni quella reliquia?
«La reliquia ha un alto valore spirituale e religioso, è un elemento aggregante. Sabato sarebbe stata baciata anche da Papa Francesco, in visita in umbria per la diocesi massimoliana».
Adesso il furto rovina a tutti la festa?
«Sì, certamente, ma si va avanti comunque con le funzioni. I fedeli rimangono devoti al santo e continueranno a pregare».

Perché a Perugia Vogliono San Valentino ?                                                                                          « I tifosi del grifone hanno sempre lamentato il fatto che loro no potessero festeggiare il giorno degli innamorati, per il fatto che fosse anche il patrono di Terni, nemica di sempre nel calcio e nella politica sociale»

Come fa lei a sostenere che sarebbe stata trafugata da un gruppo di ultras perugini?            « Al momento della scoperta del furto, sono stati rinvenuti nell’ordine, una sciarpa bianco rossa e dei peli bianchi di Oryctolagus cuniculus , riconducibile alla zona perugina che abbonda di questi animali.»

 

 

 

 

 

 

Max Cicero.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...